N°16 / Settembre 2008

(tu)
(tu)

Copertina e pag. 5 Riempite gli spazi! C’è chi governa con le emergenze e i grandi eventi, e chi utilizza la città in un altro modo: riapre un parco abbandonato, trasforma un cortile, costruisce un campo da gioco. Sono due opposti modelli di città, disegnate quello che preferite…

Pag. 2 e 3 – Rewind: Per chi scopa il Presidente. Il premier Berlusconi viene a farci visita una volta alla settimana e quasi ci convince che l’emergenza è finita

Pag. 4 In una desolata Pianura. L’odissea degli immigrati scacciati dal fuoco, dai vicini, dalla polizia e dal cardinale – L’arduo abitare dei Rom. Come un gruppo di rom decide di aiutare il prefetto a prendergli le impronte

Pag. 6 e 7 – Tre spazi pubblici: Un anno ai sette palazzi – il parco di San Gennaro – beghe nel cortile di architettura

Pag. 8 C’era una volta Barcelona. L’età d’oro degli spazi pubblici è durata pochi anni, dice Manuel Delgado, antropologo catalano. Poi la città è stata venduta a turisti e speculatori, strade e piazze sottoposte a stretta vigilanza

Pag. 9 – Libri: Dai un bacio a chi vuoi tu di Giusi Marchetta – Musica: Alea, tutti fuori mano – Arte: Bestie a Ravello – Libri: Tra dizione e cemento di Enzo Avitabile – Film: La cena di emmaus

Pag. 10 e 11 Nell’inferno della materia. Visita all’inceneritore di Brescia, che per il sindaco Iervolino è un modello per l’impianto da costruire a Napoli est. La guida prova a rassicurare, ma non può nascondere che l’impianto non è in grado di eliminare la diossina dalle emissioni

Pag. 12 Mosca, le due vite di Sasha. Lo studentato si trova in periferia, ai confini con il bosco che delimita la città. Nel corridoio si stendono i panni, si fuma, si beve una birra. Nessuno fa caso a nessuno. Ma l’ultimo giorno l’uomo che fuma con aria assente mi rivolge una domanda…

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: