N°18 / Novembre 2008

(copertina di cyop&kaf)

(copertina di cyop&kaf)

Copertina e pag. 6 e 7 Tagliando s’impara? I decreti tagliafondi del ministro Gelmini riportano in piazza migliaia di studenti universitari e medi, e alcuni dei loro professori. Un movimento composto, che non vuole cambiare il mondo ma si impegna a difendere la scuola come spazio pubblico

Pag. 2 e 3 – Rewind: Se amianto mi dà tanto. Mentre monta la protesta studentesca, a Chiaiano i militari sotterrano rifiuti speciali

Pag. 4 – Il posteggiatore che viene dall’est. La nuova vita di Alessandro, agronomo e autista di bus in Ucraina, musicista a Napoli – Forcella. Comunicato #01

Pag. 5 – Fuori scuola. E così, senza che nessuna centrale politica lo suggerisse, centinaia di migliaia di studenti hanno messo in piazza il più esteso movimento degli ultimi decenni

Pag. 8 Dietro il bancone niente. Una controversia tra l’impresa che gestiva quattro Mc Donald’s e la casa-madre. I locali chiudono, chi ci va di mezzo sono 112 dipendenti, che però non chiedono la mobilità. Vogliono essere riassunti

Pag. 9Il corteo della gente di mare. In viaggio con i marittimi campani a Bruxelles, dove da tutta Europa protestano contro la possibilità di assumere extracomunitari sulle tratte nazionali. “La verità è che qui nessuno più si vuole imbarcare – dice qualcuno -. La comodità è navigare a vista”.

Pag. 10 Scritte d’amore a richiesta. Due notti movimentate al servizio di innamorati delusi. Racconto di un posteggiatore murale

Pag. 11 – Mostre: Ragni a Capodimonte – Libri: I tradimenti di Adolfo Scotto di Luzio – Libri: Vento forte tra Lacedonia e Candela di Franco Arminio – Crisate quotidiane

Pag. 12 Una scuola nel Castello. Una scuola popolare per adulti nel quartiere Castello, centro storico di Cagliari. Le lezioni di scienze agli allievi pregiudicati. I diplomi ottenuti e le prime difficoltà. L’impossibile inserimento lavorativo e l’inevitabile fine dell’esperienza.

Annunci
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: